Super Mario 64

Da Super Mario Wiki, l'enciclopedia italiana.
Super Mario 64
Super Mario 64 boxart.jpg
Sviluppatore: Nintendo EAD
Pubblicazione: Nintendo
Genere: Piattaforme, azione/avventura
Console: Nintendo 64, Virtual Console (Wii, Wii U)
Modalità: Giocatore singolo
Valutazione:
PEGI3new.svg Da tre anni in poi
ESRB K-A.png Bambini ed adulti
Dispositivo:
Nintendo 64:
Media N64 icon.png
Cartuccia
Wii:
Media DL icon.png
Download digitale
Wii U:
Media DL icon.png
Download digitale
Controller:
Nintendo 64:
Wii:
Wii U:
Data di pubblicazione: Nintendo 64:
Jap 23 giugno 1996
Usa 29 settembre 1996
Eur 1 marzo 1997
Aus 1 marzo 1997
Cina 21 novembre 2003 (iQue Player)
Virtual Console (Wii):
Usa 19 novembre 2006
Jap 2 dicembre 2006
Aus 7 dicembre 2006
Eur 8 dicembre 2006
Virtual Console (Wii U):
Usa 1 aprile 2015
Eur 1 aprile 2015
Aus 2 aprile 2015
Jap 8 aprile 2015

Super Mario 64 è un gioco di piattaforme 3D per Nintendo 64. È stato pubblicato il 23 giugno 1996 in Giappone, il 29 settembre 1996 in Nord America e il primo marzo 1997 in Europa. È stato uno dei titoli di lancio del Nintendo 64, insieme a Pilotwings 64. È riconosciuto come uno dei videogiochi migliori e più influenti di sempre.[1][2][3] Nella sua versione originale ha venduto più di 11 milioni di copie.[4]

Pur non essendo stato il primo gioco di piattaforme a tre dimensioni in assoluto, Super Mario 64 ha popolarizzato molte convenzioni del genere, nonché dei giochi tridimensionali in generale.[3] Essendo il primo gioco in 3D della serie di Mario ha introdotto numerose mosse come il Salto Triplo, lo Schianto a terra e il Salto in lungo, con lo scopo di fornire ai giocatori diversi modi per esplorare le ambientazioni.

In occasione dello Shoshinkai del 1996 è stata mostrata una versione per Nintendo 64DD che tuttavia non è mai stata messa in commercio.[5] Il 18 luglio 1997 è stata pubblicata una nuova versione di Super Mario 64 esclusivamente in Giappone, basata sull'edizione internazionale ma con delle ulteriori modifiche, come l'aggiunta del supporto al Rumble Pak e la correzione di un noto glitch relativo all'uso del salto in lungo all'indietro.[6] Negli anni successivi Nintendo ha lavorato a due prototipi per un possibile sequel: il primo, soprannominato Super Mario 64 2, era in sviluppo per Nintendo 64DD prima di essere cancellato; il secondo, Mario 128, ha ispirato lo sviluppo di Pikmin. Il primo vero e proprio sequel di Super Mario 64 è stato Super Mario Sunshine nel 2002. Nel 2004 è stato pubblicato un remake chiamato Super Mario 64 DS per Nintendo DS, che ha introdotto numerose differenze e nuovi contenuti.

Shigeru Miyamoto ha svolto il ruolo di produttore e direttore, mentre Yoshiaki Koizumi e Takashi Tezuka sono stati assistenti direttori. La colonna sonora è stata prodotta da Koji Kondo. Charles Martinet ha doppiato per la prima volta Mario in un gioco della serie principale, dopo il suo debutto nello spin-off Mario's FUNdamentals. Gli altri doppiatori sono Leslie Swan per la Principessa Peach e Isaac Marshall per Bowser.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La lettera di Peach.

Il gioco ha inizio con una lettera della Principessa Peach destinata a Mario, in cui quest'ultimo viene invitato a visitare il Castello della Principessa Peach per mangiare una torta. Giunto al portone, tuttavia, Mario viene accolto da un messaggio di Bowser che lo esorta ad andarsene. La principessa, infatti, è stata rapita e rinchiusa nel suo stesso castello. Per aprire le porte e farsi strada nel castello conquistato da Bowser, Mario dovrà recuperare il potere delle stelle.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

La novità principale di Super Mario 64 è la possibilità di esplorare liberamente delle ambientazioni tridimensionali, con la possibilità di scegliere la propria meta. L'obiettivo del gioco è collezionare le stelle sparse per il castello. Al contrario dei giochi precedenti della serie, le stelle non rendono Mario invincibile per un breve periodo, bensì permettono di sbloccare le porte del castello, e quindi accedere alle aree successive. In ciascuna delle 15 aree principali è possibile collezionare 7 stelle: le prime 6 si ricevono portando a termine delle missioni, mentre la settima si ottiene collezionando 100 monete. Le missioni vengono presentate una per volta, e solitamente il loro nome rappresenta un indizio per completarle. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, il giocatore è libero di ignorare l'ordine suggerito dal gioco e completare le missioni nell'ordine che preferisce. Dopo aver visitato la prima area, Battaglia di Bob-ombe, il giocatore può accedere alle 14 aree restanti nell'ordine che preferisce. È persino possibile saltare la maggior parte delle aree: l'unica eccezione è Abisso Acquatico, che contiene una missione obbligatoria. Alcune porte necessitano di un determinato numero di stelle per essere aperte; due porte necessitano di una chiave, che si ottiene sconfiggendo Bowser all'interno di due aree apposite.

Il metodo più comune per accedere a un'area è attraverso un dipinto appeso a una parete, come quello di Battaglia di Bob-ombe, Fortezza di Womp, Baia Pirata e Monte Refrigerio. Altre aree invece sono accessibili in modo diverso: l'entrata di Deserto Ingoiatutto, per esempio, è nascosta in un muro della cantina. Oltre alle 15 aree principali sono presenti delle aree segrete di breve durata, come Lo Scivolo della Principessa. Per raggiungere la missione finale, Bowser in Cielo, è necessario collezionare almeno 70 delle 120 stelle disponibili nel gioco. Se si collezionano tutte le 120 stelle, nel giardino del castello appare un Cannone che permette di raggiungere il tetto, sul quale si trova Yoshi. Dopo aver parlato con quest'ultimo le proprie vite salgono a 100, e il Salto Triplo acquisisce un effetto speciale.

Mario vola col Cappello Ala.

Nel corso del gioco è possibile trovare degli Interruttori !: uno rosso, uno verde e uno blu. Se colpiti, nelle varie aree compaiono dei Blocchi ! contenenti, rispettivamente, il Cappello Alato, il Cappello Armatura e il Cappello Fantasma. Sono dei potenziamenti inediti, necessari per collezionare determinate stelle.

Super Mario 64 contiene numerosi nemici, ciascuno dei quali ha un modo diverso di attaccare e di essere sconfitto. I Goomba sono i nemici più comuni, e sono vulnerabili a tutte le mosse di Mario, dal salto sulla testa al lancio di casse su di essi. Una volta sconfitti lasciano cadere un'unica Moneta. Alcuni nemici, come la Pianta Piranha, lasciano cadere una Moneta Blu se sconfitti. Oltre ai Goomba e alle Piante Piranha, altri nemici classici della serie fanno la loro prima apparizione in tre dimensioni in Super Mario 64: tra questi ci sono i Koopa, che se sconfitti lasciano cadere il proprio guscio, i Bob-omba, che si attivano quando sono vicini a Mario ed esplodono dopo qualche secondo, e altri ancora. Sono presenti anche dei nuovi nemici come i Womp, i Bronco, i Mr. O e tanti altri. Sono presenti anche dei boss: molti di essi, come Re Bob-omba e Re Womp, sono forme più potenti dei nemici comuni, mentre altri, come Rocciocchio, sono del tutto originali.

Quando Mario subisce danni perde delle tacche di energia, e quando l'energia si esaurisce perde una vita. Per recuperare l'energia bisogna collezionare delle monete o galleggiare sull'acqua a temperatura ambiente. Per recuperare una vita, invece, è necessario collezionare un Fungo 1-Up. Dopo aver completato una missione, inoltre, Mario riceve una vita per ogni 50 monete collezionate, fino a un massimo di tre vite. Altri modi per subire danni sono cadere nella lava, nuotare nell'acqua gelida, nuotare sott'acqua senza respirare, e altro ancora. Non tutti i nemici infliggono danni a Mario: i Klepto e gli Ukiki, per esempio, rubano il cappello a Mario, mentre i Bronco lo spingono tentando di farlo cadere nella lava o nell'acqua gelida. Se si esauriscono le vite si subisce un game over e si riparte dall'ultimo salvataggio. È possibile salvare il gioco dopo aver collezionato una stella.

Al contrario dei giochi precedenti della serie principale, non è presente alcuna modalità multiplayer. Nel corso dello sviluppo è stata sperimentata una modalità multiplayer con Luigi giocabile: un prototipo conteneva Mario e Luigi simultaneamente sullo schermo, ma a causa delle limitazioni tecniche dell'hardware gli sviluppatori hanno deciso di scartare questa funzione.[7]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi di supporto[modifica | modifica wikitesto]

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Nemici nuovi[modifica | modifica wikitesto]

Nemici che ritornano[modifica | modifica wikitesto]

Boss[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Fungo 1-Up: Permettono di ottenere una vita extra.
  • Guscio: Rari gusci indossati dai Koopa. Possono essere cavalcati, permettendo di correre su qualsiasi tipo di terreno, inclusa la lava e l'acqua. Inoltre permettono di sconfiggere la maggior parte dei nemici travolti. Un guscio particolare si trova in una conchiglia nella Baia Pirata, e può essere afferrato sott'acqua.

Monete[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono tre tipi di monete:

  • Moneta Gialla: Una moneta molto comune. Raccogliendone 100 si ottiene una stella extra. Per ogni 50 monete raccolte, dopo aver completato una missione si riceve una vita extra fino a un massimo di tre.
  • Moneta Rossa: Se si collezionano 8 monete rosse in un livello si ottiene una stella. Ogni moneta rossa vale quanto due monete gialle.
  • Moneta Blu: Una moneta blu vale quanto 5 monete gialle. Attivando gli interruttori raffiguranti una moneta blu, ne appaiono alcune per un breve tempo. I nemici più pericolosi, se sconfitti, lasciano cadere una moneta blu.

Cappelli[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco sono presenti i seguenti cappelli, che Mario può trovare nei Blocchi ! dopo aver attivato i rispettivi interruttori:

  • Cappello normale: Il cappello che utilizza abitualmente Mario. Può essere perso in varie zone del gioco. Senza il suo cappello, Mario subisce più danni del normale; per recuperarlo, è sufficiente tornare dove è stato smarrito e toccarlo.
  • Cappello Alato: Permette a Mario di volare.
  • Cappello di metallo: Permette a Mario di diventare invincibile per qualche secondo. Può camminare sul fondo del mare, ma non può nuotare. Il cappello di metallo permette anche di resistere all'aria velenosa che si trova nella Grotta Labirinto.
  • Cappello Invisibile: Dopo averlo indossato, il Cappello Invisibile rende Mario trasparente e invulnerabile agli attacchi nemici. Può passare attraverso i corpi degli avversari senza subire danno e anche attraverso alcune pareti.

Interruttori[modifica | modifica wikitesto]

  • Interruttore Rosso: Dopo aver ottenuto 10 stelle, appare una luce nel piano terra del castello. Guardando verso il punto da cui proviene la luce, si viene teletrasportati in un'area segreta, all'interno della quale si trova un interruttore rosso che attiva tutti i blocchi contenenti i Cappelli Ala.
  • Interruttore Blu: Dopo aver tolto l'acqua nel giardino del castello, diventa possibile entrare in un fossato nel pavimento. Da questo fossato si accede a un'area segreta in cui si trova un interruttore blu che attiva tutti i blocchi contenenti i Cappelli Invisibili.
  • Interruttore Verde: All'interno della Caverna di Metallo, raggiungibile dalla Grotta Labirinto, c'è un interruttore verde che attiva tutti i blocchi contenenti i Cappelli di Metallo.

Aree[modifica | modifica wikitesto]

Il Castello della Principessa Peach ha tre piani, un piano sotterraneo e un giardino. Tutti questi posti contengono le entrate alle varie aree. Per accedere al piano sotterraneo bisogna sconfiggere Bowser nell'area speciale Bowser al Buio, mentre per andare al primo piano Mario deve sconfiggere nuovamente Bowser in un'area speciale chiamata Bowser nel Lago di Lava. Per accedere alla maggior parte delle aree è necessario collezionare un determinato numero di stelle.

Le 15 aree sono le seguenti:

Piano terra[modifica | modifica wikitesto]

  • 1. Battaglia di Bob-ombe: In quest'area Mario incontra le amichevoli Buon-ombe rosse, che sono in guerra con le Bob-ombe nere. Saranno le prime a sbloccare i cannoni. Le Bob-ombe sono guidate dal Boss Bob-omba, una grande Bob-omba che sta sulla sommità di una montagna e ha il compito di custodire la prima stella del gioco. Appena incontrato propone una sfida: riuscire a colpirlo tre volte. In quest'area Mario incontra anche un Categnaccio (l'unico del gioco) e Koopa il Veloce per la prima volta.
  • 2. Fortezza di Womp: Una fortezza che fluttua nel cielo. Qui Mario incontra le Piante Piranha, i Womp e i Twomp.
  • 3. Baia Pirata: Un'area sottomarina che contiene un relitto con dentro un tesoro. Qui vi abita un'anguilla gigante che si chiama Mordorena, ed è capace di arrecare molti danni a Mario, mettendolo in fin di vita. Questa ha una stella appesa all'estremità della coda.
  • 4. Monte Refrigerio: La prima delle due aree innevate del gioco, contiene dei pinguini che hanno bisogno d'aiuto e vari pupazzi di neve cattivi (Mr. Bufera). Inoltre c'è un pinguino gigante che sfida Mario in una corsa.
  • Lo Scivolo della Principessa: Uno scivolo che contiene ben due stelle segrete.
  • L'Acquario Segreto: Un'enorme stanza che viene usata come acquario.
  • Torre Arcobaleno: In questo livello si sblocca il Cappello Alato che trasforma Mario in Mario Alato.
  • Bowser al Buio (Bowser Round 1): La prima area di Bowser, in cui si affronta per la prima volta il re dei Koopa.

Giardino Interno[modifica | modifica wikitesto]

Sotterranei[modifica | modifica wikitesto]

È possibile accedervi solo battendo Bowser per la prima volta.

Primo Piano[modifica | modifica wikitesto]

È possibile accedervi solo battendo Bowser per la seconda volta.

  • 10. Terra Innevata: La seconda delle due aree innevate del gioco. Qui è presente un gigantesco pupazzo di neve e un igloo che, nonostante le apparenze, è molto grande. L'acqua ghiacciata di questa area diminuisce gradualmente l'energia di Mario al semplice contatto.
  • 11. Bagna Asciuga: In quest'area è possibile variare il livello dell'acqua per raggiungere zone altrimenti inaccessibili. Contiene un'ampia città subacquea quasi completamente deserta.
  • 12. Monte Gigante: In questa grande montagna piena di insidie vive la scimmia Ukiki, che si diverte a rubare il cappello a Mario. Qui si trova anche uno scivolo.
  • 13. Isola Granpiccola: Un'area particolare, visto che ne esistono due versioni. Come suggerisce il nome, una è enorme, e l'altra è minuscola. È possibile cambiare versione entrando in un Tubo.

Secondo piano[modifica | modifica wikitesto]

È possibile accedervi solo avendo 50 stelle.

  • 14. Pendolo Tictoccato: Ambientato tra i meccanismi di un gigantesco orologio a pendolo.
  • 15. Cammino Arcobaleno: Ambientato in cielo, con varie piattaforme ed edifici fluttuanti che possono essere raggiunti tramite un tappeto volante.
  • Oltre l'arcobaleno: Un insieme di nuvole collegate tra loro dagli arcobaleni.

Terzo Piano[modifica | modifica wikitesto]

È possibile accedervi solo avendo 50 stelle. Finché non se ne ottengono 70, tuttavia, le scale appaiono infinite, impedendo a Mario di raggiungere l'area conclusiva.

  • Bowser in Cielo (Bowser Round 3): L'area conclusiva, da affrontare prima dell'ultimo boss.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Galleria:Super Mario 64.

Sviluppo ed elementi scartati[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Sviluppo ed elementi scartati di Super Mario 64.

Staff[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Staff di Super Mario 64.

Game director

  • Shigeru Miyamoto

Assistant directors

  • Yoshiaki Koizumi
  • Takashi Tezuka

Mario face programmer

  • Giles Goddard

Course designers

  • Kenta Usui
  • Naoki Mori
  • Yoshiki Haruhana
  • Makoto Miyanaga
  • Katsuhiko Kanno

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua
Nome
Significato
Jap.png Giapponese
スーパーマリオ64
Sūpā Mario 64
Cina.png Cinese
超級瑪利歐64
Chāojí mǎ lì ōu 64

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Super Mario 64 è stato uno dei giochi presenti alla The Art of Video Games, una mostra allestita allo Smithsonian American Art Museum nel 2012.[8] Il gioco ha vinto con una votazione la categoria "action" per Nintendo 64, battendo Banjo-Kazooie e Star Wars: Shadows of the Empire.
  • Come la maggior parte dei giochi per Nintendo 64 all'epoca, Super Mario 64 non utilizza tutte le funzionalità a 64 bit della console, ma in realtà funziona a 32 bit.
  • La musica che si sente mentre si sale le scale del terzo piano è una Scala Shepard, una sequenza di note che vengono fatte suonare come se fossero un continuo aumento di tono quando in realtà è soltanto è la stessa sequenza che si ripete.
  • Super Mario 64 è uno dei pochi giochi principali di Mario, insieme a Super Mario Sunshine, a non avere riferimenti a Luigi. Tuttavia, è giocabile nel remake per DS.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  1. Best Video Games of All Time: TIME's Top 50 | Time.com. Time.com. URL consultato in data 13 marzo 2020.
  2. The 100 Best Games To Play Today | Edge Online. Edge-online.com. URL consultato in data 12 marzo 2009.
  3. 3,0 3,1 GameSpot Presents: 15 Most Influential Video Games of All Time. Gamespot.com. URL consultato in data 11 maggio 2001.
  4. Nintendo software and hardware sales data from 1983 to present | ResetEra. Resetera.com. URL consultato in data 30 agosto 2020.
  5. Super Mario 64DD Version Discovered in Japan | Gaming After Hours. Gamingafterhours.com. URL consultato in data 30 agosto 2020.
  6. Super Mario 64 (Nintendo 64)/Regional and Version Differences - The Cutting Room Floor. Tcrf.net. URL consultato in data 30 agosto 2020.
  7. Iwata Chiede | 7. Il culmine di Super Mario 3D | Iwata Chiede: Super Mario 3D World | Nintendo. Nintendo.it. URL consultato in data 30 agosto 2020.
  8. http://americanart.si.edu/exhibitions/archive/2012/games/#games

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]