NBA Street V3

Da Mario Wiki, l'enciclopedia italiana.
NBA Street V3
NBASV3-Copertina-europea.jpg
Copertina europea con Baron Davis
Sviluppatore: EA Canada
Pubblicazione: EA Sports Big
Genere: Sportivo
Console: Nintendo GameCube, PlayStation 2, Xbox
Modalità: Giocatore singolo, multigiocatore
Valutazione:
PEGI3new.svg Da tre anni in poi
ESRBE.png Per tutti
CEROA.png Per tutte le età
Dispositivo:
GameCube:
Media CD icon.png
Disco ottico
Controller:
GameCube:
Data di pubblicazione: USA 8 febbraio 2005
Europa 18 febbraio 2005
Australia 18 febbraio 2005
Giappone 26 maggio 2005

NBA Street V3 è il terzo capitolo della serie sportiva di pallacanestro NBA Street di EA. Il gioco è stato sviluppato da EA Canada, pubblicato da EA Sports Big e certificato da THX nel 2005 per Nintendo GameCube, PlayStation 2 e Xbox. Una delle principali differenze tra la versione disponibile per Nintendo GameCube e le altre due è la possibilità di selezionare Mario, Luigi e la Principessa Peach come personaggi giocabili, identificati collettivamente all'interno del gioco come "Nintendo All-Stars", oltre a un campo di pallacanestro chiamato Nintendo Court. Questo gioco è frutto di un accordo tra EA e Nintendo in cui EA ha accettato di inserire personaggi Nintendo in alcuni dei suoi giochi.[1]

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

NBA Street V3 offre un'esperienza di gioco basata sulla variante da strada della pallacanestro, con uno stile di gioco che ricorda quello arcade piuttosto che un gameplay che simula il vero gioco di pallacanestro, come la serie NBA Live di EA. Le partite hanno tre giocatori in ogni squadra senza alcun fuori campo, falli e senza il tempo; al posto del tempo, vengono contati i tiri eseguiti. Le partite vanno avanti fino a quando una squadra arriva a 21 punti, anche se bisogna vincere di almeno due punti, continuando dopo i 21 punti in casi del genere. Ogni tiro ravvicinato vale un punto se si trova all'interno della linea dei tre punti; se non è così, vale due punti se si tratta di un tiro ravvicinato e tre se è un tiro da lontano. Si possono anche selezionare le regole del punteggio dell'NBA, dove i tiri ravvicinati valgono in ogni caso due punti e quelli in lontananza tre. Nell'esibizione, i giocatori possono modificare le regole a piacimento, allungando anche i limite dei punti fino a 30 oppure scegliendo tra i due sistemi di punteggio.

La meccanica del Gamebreaker (le mosse speciali) ritorna a essere quella del primo NBA Street, non potendo essere fatta dal fianco. Stavolta, mentre il giocatore è in aria prima di atterrare con il canestro, si possono fare dei trick con Camera stick o passare la palla ai compagni. A seconda di come i trick sono stati eseguiti e di quanto tempo si è passato passando la palla (ogni giocatore può tenere la palla una sola volta durante il Gamebreaker), il canestro con Gamebreaker può valere dai due ai quattro punti per la propria squadra e la perdita di un punto per la squadra avversaria, con un sorpasso totale che va dai tre ai cinque punti. In una partita con le regole del punteggio dell'NBA, il valore è dai tre ai cinque punti per la propria squadra e la perdita di due punti per la squadra avversaria, con un sorpasso totale che va dai cinque ai sette punti. I rischi creati da tale meccanica sono la possibilità di esagerare con i trick e mancare il canestro o (per via di una mancanza di varietà nei punti offensivi) permettere all'avversario di approfittare di un Gamebraker fallito o eseguito male per invertire l'andamento della pantita. I controlli del Gamebreaker sono anche usati nella modalità Dunk Contest, e lo stick può essere usato anche a terra per poter fare trick specifici invece di eseguirne uno casuale premendo il pulsante apposito.

Personaggi giocabili[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi senza collegamento sono personaggi originali creati apposta per il gioco

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Illustrazioni[modifica | modifica wikitesto]

Sprite[modifica | modifica wikitesto]

Screenshot[modifica | modifica wikitesto]

Copertine[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Questa è la prima volta in cui i personaggi di Mario sono presenti in un gioco sportivo in cui giocano a basket; Mario Slam Basketball si tratta della seconda, oltre che la prima a far parte della serie di Mario, e Mario Sports Mix la terza.
  • In alcune illustrazioni ufficiali e anche in una sprite del gioco, Peach viene vista con i capelli sciolti, mentre nel gioco li ha legati in una coda; questa è la prima e finora unica volta in cui Peach viene vista coi capelli non legati ma con la sua tenuta sportiva. Si tratta anche della prima volta in cui Peach sfoggia questa tenuta sportiva, una variante del suo vestito in minigonna con pantaloncini, che sarebbe poi apparso in diversi giochi sportivi come Mario Superstar Baseball.
    • Peach è anche l'unico personaggio femminile del gioco.

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua
Nome
Significato

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]