Super Mario Bros. Special

Da Mario Wiki, l'enciclopedia italiana.
Super Mario Bros. Special
SMBSpecial.png
Sviluppatore: Hudson Soft
Pubblicazione:
Genere: Platform
Console: NEC PC-8801
Sharp X1
Samsung SPC-1500[1]
Modalità: Giocatore singolo
Data di pubblicazione: Giappone 1986
Corea del Sud circa 1987[1]

Super Mario Bros. Special (スーパーマリオブラザーズ スペシャル) è un gioco pubblicato nel 1986 per NEC PC-8801 e Sharp X1 in Giappone, e successivamente per Samsung SPC-1500 in Sud Corea.[1] È un successore di Super Mario Bros. sviluppato su licenza da Hudson Soft, autori anche di Punch Ball Mario Bros. e Mario Bros. Special.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

Riprende le stesse meccaniche di Super Mario Bros., ma contiene livelli inediti, dei nuovi nemici basati sui giochi arcade e diversi strumenti originali. La telecamera, inoltre, è differente: nella versione per PC-8801 l'inquadratura è fissa, e quando il giocatore raggiunge l'estremità destra dello schermo viene mostrata una schermata nera di transizione prima di caricare la schermata successiva; nella versione per Sharp X1 invece viene mostrata una transizione a scorrimento, simile a quella di The Legend of Zelda.

Rispetto ai giochi per Nintendo Entertainment System/Family Computer la fisica è diversa e il cronometro è più veloce. Nonostante il titolo contenga la parola "Bros." non è possibile giocare nei panni di Luigi e non è presente una modalità multigiocatore. La grafica è basata sul gioco per NES, ma con colori diversi e dei compromessi dovuti alle differenze dell'hardware. Le Warp Zone sono perlopiù assenti. Nel Mondo 1-2 al posto della Warp Zone si trova una comune stanza bonus. Nel Mondo 4-2 invece è presente una Warp Zone apparentemente tradizionale, che tuttavia non è stata implementata correttamente, ed entrando nel tubo il gioco rimane bloccato finché il tempo non scade.

Nuovi nemici[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai nemici tradizionali di Super Mario Bros. sono stati introdotti dei nemici tratti dai giochi arcade, ma con dei nomi diversi. Nessuno di questi nemici può essere sconfitto con un salto.

  • Tarusar (Barile), originario di Donkey Kong. Si può sconfiggere con il martello o colpendo il blocco su cui cammina.
  • Sigebou (Palla di Fuoco), originaria di Donkey Kong.
  • Chokichoki (Granchio), originario di Mario Bros.. Si può sconfiggere con il fiore di fuoco o colpendo il blocco su cui cammina.
  • Nakaji (Calabrotto), originario di Mario Bros.. Si può sconfiggere con il fiore di fuoco o colpendo il blocco su cui cammina.
  • Tsurara (Stalattite), originaria di Mario Bros.. Si può sconfiggere con il fiore di fuoco.

Nuovi strumenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Hachisuke: simile all'ape mascotte di Hudson Soft. Se presa fa guadagnare 8000 punti.
  • Martello: lo stesso power-up di Donkey Kong.
  • Orologio: se preso aumenta il cronometro di 100 secondi.
  • Ala: consente a Mario di volare per un breve tratto (come se stesse nuotando nell'aria).
  • Lucky Star: appare solo nel mondo 4-1. Ha le sembianze di un atomo stilizzato, e se Mario la prende, tutti i nemici nello schermo vengono immediatamente sconfitti.

Staff[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Staff di Super Mario Bros. Special

Programmatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Yukio-Takeoka

Level designer[modifica | modifica wikitesto]

  • Ichirou-Sakurada

Effetti sonori[modifica | modifica wikitesto]

  • Fumihiko-Itagaki
  • Megumi-Kawamata

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

  • Takashi-Takebe

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  1. 1,0 1,1 1,2 Hudson Mario Trilogy | Hardcore Gaming 101. Hg101.proboards.com. URL consultato in data 2 novembre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]