Giustignardo

Da Mario Wiki, l'enciclopedia italiana.
Nemico di Il Portale Millenario
PMIPMGiustignardo.png
Giustignardo
PV Massimi 50
Attacco 7
Difesa 1
Posizione/i Reggia delle Tenebre
Enciclopedia È il capo degli Incrociati, colui che ha ordinato di rapire la Principessa Peach. Il suo obiettivo è la conquista del mondo. È il cattivo della situazione.
Strumenti Nessuno
Mosse Fulmine (7, ignora difesa), Lanciafiamme (6, ignora difesa, può scottare), Raggio gelante (5, ignora difesa, può congelare), Raggio temporale (provoca stop), Contrattacco (va in status Reazione), Evasione (va in status Schivata), Niente (0, riconoscibile dal fumo che esce dallo scettro)
Enciclopedia
119    120    121
Descrizione
È Giustignardo, capo degli Incrociati, i rapitori della Principessa Peach. I suoi PV massimi sono 50, la potenza è 7, la difesa è 1. La sua difesa aumenta proporzionalmente al numero di Giustirostelle che ha. Attaccare il nemico col fuoco, elettrificarlo e fermare il tempo sono le sue magie predilette. A differenza degli altri Incrociati, è un personaggio da prendere sul serio! Bah... Ma cosa importa? Sbarazziamocene e corriamo ad aiutare la Principessa!

Giustignardo è il comandante dell'armata degli Incrociati e uno degli antagonisti principali di Paper Mario: Il Portale Millenario. La sua armata cerca di recuperare le Gemme Stella prima di Mario, in modo da potersi impadronire del tesoro nascosto oltre il Portale Millenario.

Apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Prima dell'inizio della storia de Il Portale Millenario, Giustignardo apprende dal Trisdombra che la Regina delle Tenebre è sepolta sotto a Fannullopoli. Giustignardo inizia quindi a cercare le Gemme Stella per poter farla tornare in vita e conquistare il mondo. Riesce a recuperare le posizioni di tre delle gemme (il Castello di Crimilde, la Grande Quercia e i Sotterranei di Fannullopoli), e viene informato dal Trisdombra che è necessaria una fanciulla dal cuore puro per ospitare l'anima della regina. Gli Incrociati riescono a mettere le mani sullo scrigno contenente la Mappa Magica, che a sua volta può essere aperto solo da una persona dal cuore puro, e decidono di usarlo come esca per trovare la suddetta fanciulla.

Paper Mario: Il Portale Millenario[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della storia, Giustignardo è già riuscito a mettere le mani sulla Stella Cristallo che era presente nei Sotterranei di Fannullopoli e a metterla al sicuro nel suo covo sulla Luna. Recuperata una Gemma Stella, Giustignardo manda il Trisdombra a cercare la fanciulla dal cuore puro. A Fannullopoli Nerea si imbatte nella Principessa Peach, ottima candidata per tale compito, ma dal momento che ci sono troppi testimoni per permetterle di rapirla Giustignardo spazientito manda due Executori a rapirla. Una volta che Peach è portata a Giustignardo, questo scopre che lei non ha più la Mappa Magica, dato che l'ha mandata a Mario. Per recuperare ulteriori informazioni sulle Gemme Stella, Giustignardo manda Fustighino a Fannullopoli.

Giustignardo interroga Peach.

Quando Fustighino torna alla base a mani vuote, Giustignardo ha iniziato a mettere ordine nei suoi piani. Interrogando Peach, Giustignardo viene a sapere che anche Mario sta cercando le Gemme Stella, rivelandogli al contempo che è lui ad avere la Mappa Magica. Per accellerare i tempi, Giustignardo manda Fustighino alla Grande Quercia per cercare la Gemma Stella e il Trisdombra nel Bosco Misterioso per intercettare Mario e riprendersi la Mappa Magica. Tuttavia entrambi i piani vanno in fumo, facendo infuriare Giustignardo. Dopo che Mario ha raccolto la sua terza Gemma Stella, Giustignardo prova nuovamente a mandare il Trisdombra a fermarlo, ma anche stavolta fallisce.

Nel mentre, Giustignardo mette la Principessa Peach sotto la vigilanza di TEC XY, computer apparentemente perfetto che finisce per innamorarsi di Peach e aiutarla a sventare i piani di Giustignardo, che nel frattempo continua a mandare i suoi scagnozzi a fermare Mario, come Fustighino all'Isola Tropico e Rampel sul Fasto-Express, fallendo ogni volta. Intanto TEC fa avere a Peach un disco che dettaglia tutto il piano di Giustignardo e si prepara a farla scappare.

Proprio in quel momento Giustignardo scopre che TEC si è infiltrato nei suoi file privati e ha lasciato uscire liberamente Peach dalla sua stanza più volte. Spegne TEC nel momento in cui stava per far scappare Peach dal covo e porta la principessa al Portale Millenario, lasciando il covo e l'unica Gemma Stella in suo possesso nelle mani di Fustighino. Giustignardo fa tutto questo consapevole che Mario sconfiggerà Fustighino, lasciando perdere l'idea di mandare i suoi sgherri a rubare le Gemme Stella a Mario per lasciare che sia lui ad aprirgli il Portale Millenario. Mentre Mario entra nel covo di Giustignardo, Rampel rapisce il Professor Goombastein e ne prende il posto, convincendo Mario ad andare ad aprire subito il Portale Millenario non appena torna a Fannullopoli. Aperto il Portale, Giustignardo entra e aspetta Mario con pazienza nella sala del trono in fondo alla Reggia delle Tenebre.

Quando Mario arriva da Giustignardo, questo gli rivela che lo ha ingannato, lasciando che raccogliesse le Gemme Stella e aprisse il Portale Millenario per lui. Quindi attacca Mario con le sue arti magiche e la sua tecnologia, ma ne esce sfiancato. Non volendosi arrendere, Giustignardo rinchiude Peach in un campo di forza e cerca di indurre Mario ad arrendersi mettendo la vita della principessa in gioco. Mario rimane impassibile e Giustignardo torna all'attacco, quando di colpo il soffitto cede e Bowser e Kameka gli cadono addosso.

Mentre Mario combatte Bowser e Kameka, Giustignardo scappa nella stanza nascosta dietro al trono, dove si trova la tomba della Regina delle Tenebre. Quando anche Mario arriva lì, Giustignardo invoca la regina e le fa possedere Peach. Tuttavia questa si rifiuta di obbedire agli ordini di Giustignardo e lo fulmina, lasciando solo la testa. Nerea a questo punto rivela che era tutto un suo piano, ed è stata lei a convincere Giustignardo che avrebbe potuto controllare la Regina delle Tenebre per farla resuscitare.

Giustignardo, Fustighino e altri Incrociati a Sfoggy Hills.

Nell'epilogo del gioco, viene mostrato che Giustignardo (ancora come sola testa) è andato a vivere a Sfoggy Hills con Fustighino e i pochi Incrociati rimasti, apparentemente diventati brava gente.

Super Paper Mario[modifica | modifica wikitesto]

In Super Paper Mario viene menzionata un paio di volte l'esistenza di una serie chiamata Le cronache di Giustignardo. La serie è una delle preferite da Ginoleonte e sembra essere tratta da un romanzo scritto da Garamond, uno scrittore di Svoltadiqua.

Informazioni generali[modifica | modifica wikitesto]

Carattere[modifica | modifica wikitesto]

La risata di Giustignardo.

Sebbene il suo passato sia ignoto, Giustignardo è presentato come un antagonista serio che vuole dominare il mondo ed è disposto a tutto per riuscirci. Sebbene sia solitamente calmo, spesso Giustignardo si lascia andare alla follia e alle risate malvage. Solitamente dà ordini ai suoi sottoposti trattandoli come esseri inferiori: sebbene inizialmente si presenti molto rigido, diventa più calmo man mano che si avvicina al suo obiettivo.

Giustignardo è fortemente egocentrico, come dimostrato dal fatto che tiene Fustighino all'oscuro che aveva pianificato che Mario lo sconfiggesse e dal fatto che ritiene Mario un debole perché tiene agli altri. Inoltre non sopporta che qualcuno non obbedisca a lui, come accade con la Regina delle Tenebre.

Oltre a tutto ciò, Giustignardo è molto intelligente. Ha grandi abilità magiche e tecnologiche, riuscendo addirittura ad usare la tecnologia per manipolare la magia. Giustignardo pensa sempre in avanti e ha un piano di riserva sempre pronto in caso di fallimento. È sempre pronto ad attacchi nemici, come dimostrato dalle innumerevoli trappole nel suo covo.

Il suo unico punto debole è l'eccessiva autostima. Sottovalutando Mario viene sconfitto da lui, e aspettandosi di poter controllare la Regina delle Tenebre viene invece ridotto a una sola testa ambulante dalla stessa.

Poteri[modifica | modifica wikitesto]

Giustignardo ha vari poteri magici. Il suo scettro può generare fuoco, ghiaccio ed elettricità, e può inoltre manipolare il tempo. Può anche creare le Giustirostelle, varianti delle Minirostelle che lo difendono e aumentano la sua resistenza. A differenza delle regolari Minirostelle, servono tuttavia quattro Giustirostelle e non due per alzare un campo di forza.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Giustignardo è uno dei due boss di Paper Mario: Il Portale Millenario a mostrare segni visivi di cedimento quando gli restano pochi PS. L'altro è Macho Ganz.
  • Per un errore, nella versione inglese del gioco le opzioni tra cui scegliere quando Mario viene minacciato da Giustignardo sono invertite. Per questo motivo, selezionando "Attacca" Mario rimarrà inerte mentre selezionando "Non attaccare" Giustignardo se la prenderà con Mario per non aver obbedito alla sua richiesta, quando logicamente le reazioni sarebbero dovute essere invertite.

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua
Nome
Significato

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]