Broken Pier

Da Mario Wiki, l'enciclopedia italiana.
Broken Pier
MKSC-Broken-Pier.png
Apparizione/i: Mario Kart: Super Circuit (2001)
Trofeo/i: Coppa speciale
Staff fantasma
Musica
Mappa
MKSC-Broken-Pier-mappa.png
MKSC-Broken-Pier-minimappa.png
USA Il nome di questa voce è ufficiale, ma proviene da una fonte non italiana. Se esiste, si prega di aggiornare la voce con il suo nome ufficiale in lingua italiana.

Il Broken Pier è il secondo circuito della Coppa speciale di Mario Kart: Super Circuit. Similmente al Lago di Boo, il percorso si svolge su un molo sospeso su un enorme burrone circondato da montagne spettrali infestato da dei Boo che, a differenza di tutti i percorsi della serie in cui appaiono, qui fungono da ostacoli che possono rubare strumenti e monete a chi gli si avvicina. Appaiono anche alcune scorciatoie, dei ponti stretti che tagliano un paio di curve, ma sono difficili da vedere senza prestare attenzione. L'icona mostra Toad terrorizzato dai Boo, e Wario che avanza sullo sfondo.

Parte della musica del circuito è un riarrangiamento di quella usata nelle Valli Fantasma di Super Mario Kart ed è condivisa con quella del Lago di Boo.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Il percorso inizia su un breve rettilineo, seguito da una curva diagonale verso destra. I parapetti sono fatti di blocchi che cadono non appena i giocatori ci vanno a contatto, mentre altre parti della strada non ha alcun parapetto. Dopo un paio di turni c'è un bivio; una delle due strade è un ponte molto stretto, mentre l'altra è normale, ma più lunga, ed è fatta di poche curve diagonali. Lungo il percorso ci sono delle piccole rampe gialle che il giocatore può usare per saltare varie curve ma sono ardue da sfruttare. La curva successiva ha due buche con delle rampe gialle poste prima di esse, mentre quella dopo ancora porta a una parte del percorso con un trivio. Il percorso più breve richiede l'ausilio di un fungo ma ha una rampa gialla che porta a una piccola piattaforma separata dal resto del percorso che permette di saltare una buona parte della gara. Il secondo percorso è un ponte che permette di saltare una grossa curva del percorso, ma anche questo è stretto come il primo ed è facile cadere. Il terzo percorso è fatto anch'esso di un ponte, ma è molto più largo e porta a un tratto diagonale dove arrivano anche gli altri due percorsi. Segue una curva a C e poi un rettilineo con due buchi con rampe che e pannelli scatto. Sulla sinistra c'è un altro ponte stretto che può essere il più semplice se il giocatore guida dritto ed è l'unico a non essere nascosto. Segue un'altra curva che porta a una sezione con un altro buco con un pannello scatto posto subito dopo e, successivamente, una curva stretta. Il giocatore deve guidare poi su una piccola serie di tratti diagonali che portano al rettilineo iniziale.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Oggetto N° totale
Cubi oggetto 7
Monete 50
Rampe 15
Acceleratori 4

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il Broken Pier è una delle due piste di Mario Kart: Super Circuit a non essere ancora riproposta in un Mario Kart successivo, l'altra è la Pista Arcobaleno.
    • Dato che la Pista Arcobaleno appare in ogni gioco della serie, il Broken Pier è l'unica pista del gioco il cui nome non è stato tradotto in altre lingue oltre che inglese e giapponese.

In altre lingue[modifica | modifica sorgente]

Lingua
Nome
Significato
Giappone Giapponese
オンボロさんばし
Onboro sanbashi
Molo traballante

UK Inglese
Broken Pier
Molo rotto
Cina Cinese (semplificato)
废弃码头[1]
Fèiqì Mǎtóu
Molo abbandonato

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  1. Dalla versione inedita per iQue.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]