Lucigna

Da Mario Wiki, l'enciclopedia italiana.
Lucigna
Lucigna-MTA.jpg
Luogo d'origine: Regno di Solarius
Debutto in: Mario Tennis Aces (2018)
Da non confondere con Lucina.

Lucigna è l'antagonista principale della modalità avventura di Mario Tennis Aces, è la leggendaria racchetta del tempio di Solarius. È una racchetta senziente che è in grado di piegare alla sua volontà chiunque ne entri impossesso. Anche se è visibile una sola volta nel gioco, l'anima della racchetta è un'enorme e minacciosa nube viola.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Wario, Waluigi e Luigi sotto il controllo di Lucigna

Secoli prima degli eventi del gioco esisteva un'antico impero, il regno di Solarius, i cui abitanti prediligevano lo sport del tennis. Il Re Solarius rimase ammaliato dal potere della racchetta, la quale finì per distruggere l'intero regno. Ma con un barlore di lucidità ancora rimastagli, Re Solarius riuscì ad indebolire Lucigna, prelevando dalla racchetta cinque pietre del potere e sparpagliandole in vari pinti dell'isola. Dopodiché rinchiuse rinchiuse Lucigna in una stanza segreta del tempio di Solarius, per evitare che qualcuno potesse ripristinare il suo potere.

Durante la modalità storia, Wario e Waluigi sentono delle voci sulla presenza di un tesoro nascosto nel tempio di Solarius. Decidono così di indagare e mettono le mani su Lucigna, che inizia a prendere il controllo su di loro. I due avari ladri si presentano da Mario, dopo la fine del torneo di tennis, vantandosi di aver ottenuto la racchetta più potente del mondo. Toad inizia a percepire qualcosa di strano e Luigi prende la racchetta tra le sue mani. In quel momento, grazie al suo laccetto, Lucigna intrappola Luigi e dalla racchetta si erge nel cielo una nube viola, la quale prende possesso dei corpi dell'idraulico e due ladri.

Toad, stuzzicato da Daisy, spiega ai suoi amici degli inquientanti disegni presenti nelle rovine. Così, lui e Mario, si recano al tempio di Solarius per capire cosa è successo a Luigi e come salvarlo. Qui, grazie Aster, guardiano dell'isola scoprono la storia di Lucigna e del regno di Solarius. Con il passare del tempo il sigillo che intrappolava Lucigna si è spezzato, permettendo a Wario e Waluigi di metterci le mani sopra. La racchetta senziente è in grado di percepire dove il suo potere è stato disperso, per questo Mario deve ottenere tutte e cinque le pietre del potere prima di lei.

Nel corso dell'avventura Mario riesce a ottenere tre pietre, mentre le altre due sono state rubate da Lucigna. Per cercare di riottenere il suo potere originare, la racchetta senziente sfida l'idraulico ad una torneo di tennis: il vincitore potrà tenere le sfere. Aster dona a Peach e a Daisy il potere che gli era stato conferito da Re Solarius prima di morire, permettendo alle due principesse di battere Wario e Waluigi, mentre Mario affronta Luigi. Alla fine del torneo la squadra di Mario esce vincitrice, l'iberando Luigi e gli altri dall'influsso maligno della racchetta. Ma quando tutto sembra risolto, Bowser si imposessessa della bacchetta e delle cinque pietre, trasformadosi in Lucignowser. Mario lo affronta al tempio di Solarius riesce a scinfiggerlo, con il tempio che crolla intrappolando nuovamente Lucigna al suo interno.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

In altre lingue[modifica | modifica sorgente]

Lingua
Nome
Significato
Giappone Giapponese
エスター
Esutā
UK Inglese
Lucien
Francia Francese
Jeseth
Si pronunciata come "Jeu, set", che significa "Gioco, partita"
Germania Tedesco
Luzius
Dal nome romano "Lucius", che potrebbe derivare dal latino lux (luce), per cui il nome sarebbe legato a Lucifero, o discendere dal lucumo (re) etrusco.
Spagna Spagnolo
Lucius
(vedi tedesco)
Paesi Bassi Olandese
Lucius
(vedi tedesco)
Cina Cinese
聖德芬
Shèng dé fēn

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]