Super Mario: Mario im Wunderland

Da Mario Wiki, l'enciclopedia italiana.
Germania Il nome dell'articolo è ufficiale, ma proviene da una fonte non italiana. Appena verrà pubblicato un nome ufficiale italiano l'articolo verrà aggiornato col suo nuovo nome.

Super Mario: Mario im Wunderland è il nome di un fumetto di quattro pagine pubblicato nel numero 4/1993 della rivista tedesca Club Nintendo. Nonostante il nome del fumetto faccia riferimento a Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, la trama, così come l'abbigliamento di Mario, ricordano molto di più Il meraviglioso mago di Oz.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mario e Toad incontrano Kirby a Wunderland

Mario, che lavora come idraulico, viene contatto da una donna il cui appartamento si è allagato trasformandosi in un acquario. Indossando la cappa e cavalcando Yoshi, Mario si dirige verso casa della donna. Quando entra nel suo appartamento, con Yoshi che rimane all'esterno, viene colpito da un'ondata d'acqua. All'interno, incontra la donna che indossa un accappatoio e galleggia su una piccola zattera. Dopo una breve conversazione con la donna, Mario si immerge, cercando di trovare la valvola principale per fermare la perdita. Tuttavia, viene catturato da un vortice e trasportato in una strada forestale in cui vede un Koopa dal guscio verde. Inoltre, l'aspetto di Mario è drasticamente cambiato, dato che indossa un abito da ragazza e ha i capelli raccolti in delle trecce. Mario è confuso e vuole tornare a casa, ma un albero parlante (molto probabilmente Whispy Woods) gli suggerisce di andare dal mago se vuole realizzare il suo desiderio. Il cartello, però, confonde ancora di più Mario. L'idraulico non si rende nemmeno conto di essere in piedi su Toad, un personaggio che ancora non conosce. Toad dice a Mario che anche lui vuole visitare il mago , perché il suo desiderio è quello di diventare più alto, per cui i due si avventura insieme. A un certo punto vedono una palla rosa dietro un albero che scambiano per un cuscino. Tuttavia, si scopre essere Kirby, che spiega con rabbia che gli piacerebbe assomigliare a Mega Man. Successivamente, i tre notano degli occhi in un cespuglio. Si scopre che al suo interno era nascosto uno Yoshi verde (ovviamente non lo stesso Yoshi che è rimasto fuori dalla casa della donna con l'appartamento allagato), che si lamenta del suo colore e si unisce al gruppo per raggiungere il mago.

Fox McCloud arriva in scena per salvare Mario, Toad, Kirby e Yoshi dai cattivi

Quando i quattro amici si partono insieme per raggiungere la casa del mago, vengono improvvisamente attaccati da Donkey Kong, Wario e Bowser, che si nascondono in un cespuglio. Li accusano di essere dei "ladri" perché avrebbero rubato i loro biscotti, facendo partire una rissa. Fox McCloud osserva questo combattimento dalla sua astronave e scende a terra. Quando uno dei personaggi chiede chi sia, Fox risponde che è "la volpe dello spot televisivo", spaventando Donkey Kong, Wario e Bowser, e poi scompare.

Infine, Mario, Toad, Yoshi e Kirby raggiungono il castello del mago, che li accoglie al suo interno e si presa come Crab. Immediatamente, i quattro amici iniziano a esprimere i loro desideri e Crab li esaudisce. Yoshi, che desiderava un colore diverso, ottiene una pelle molto scura, quasi nera. Toad, che desiderava diventare più grande, diventa gigante, Kirby, che voleva non sembrare più cuscino, si trasforma in un tostapane. Scioccato dai cambiamenti inaspettati dei suoi amici, Mario dice a Crab che vuole solo tornare a casa e sbarazzarsi dei suoi "ridicoli" vestiti nuovi. Il suo desiderio si realizza e torna a casa della sua cliente, sdraiato sul pavimento. La donna è sollevato che Mario sia vivo, ma gli fa notare che si è sdraiato sopra il suo gatto.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il fumetto ha avuto una riedizione in cui i dialoghi dei personaggi che abitano a Wunderland è stato riscritto per farli parlare tutti in rima, tranne che Mario che è l'unico a parlare normalmente e che per questo è infastidito dalla cosa.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]